fbpx

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

Ingegneria Civile e per la Tutela dell'Ambiente Costiero

Presentazione

È l’unico Corso di Laurea Magistrale in Italia dedicato alla gestione e alla salvaguardia dell’ambiente costiero. Offrendo una didattica innovativa consente di sviluppare la capacità di lavorare in autonomia e in team in svariati settori, sia nel ramo civile che in quello ambientale.

Sbocchi occupazionali

Il laureato magistrale accede a posizioni dirigenziali e di responsabilità in imprese o enti privati e nelle pubbliche amministrazioni, occupandosi della progettazione, gestione e controllo di impianti, infrastrutture, sistemi urbani e territoriali complessi. Può altresì svolgere la libera professione.

Risorsa 10

Sede

Centro Direzionale - Isola C4

QJs4av.tif

Dipartimento

Ingegneria

Risorsa 8

Lingua di Erogazione

Italiano

Risorsa 6

Accesso

Libero

Il corso in breve

Le parole chiave del corso sono il territorio e l’ambiente costiero. L’approccio multidisciplinare consente di considerarli sia come ambienti di opportunità dove sviluppare e costruire, sia come ambienti da salvaguardare e gestire.

Ecco tre buoni motivi per studiare all’Uniparthenope:

  • è l’unico corso di laurea magistrale in Italia dedicato alla salvaguardia dell’ambiente costiero;
  • è un corso di laurea interclasse dedicato sia al ramo “civile” che a quello “ambientale”;
  • la didattica è innovativa e tende a sviluppare contemporaneamente la capacità di lavorare in autonomia e in team, in previsione della futura attività lavorativa.

Profili professionali

Durata Corso: 2 anni
Numero Esami: 12
Numero Crediti: 120
Accesso: Libero
Double Degree: No
Classe Appartenenza: LM-23 | LM-35
Dipartimento: Ingegneria

Date da ricordare

Inizio Immatricolazione

Scadenza Immatricolazione

Competenze attese

L’impostazione generale del corso di studio, fondata sul rigore metodologico proprio delle materie scientifiche, fa sì che lo studente maturi, anche grazie a un congruo tempo dedicato allo studio personale, competenze e capacità di comprensione tali da permettergli di includere nel proprio bagaglio di conoscenze anche alcuni dei temi di più recente sviluppo.

Leggi di più

In particolare il laureato in Ingegneria Civile e per la Tutela dell’Ambiente Costiero possiederà una adeguata conoscenza e comprensione dei metodi e delle tecniche fondamentali per la modellazione di fenomeni molto complessi tipici delle applicazioni avanzate di ingegneria civile nel campo della geotecnica, dell’idraulica, delle strutture e dell’ingegneria per l’ambiente e il territorio, con particolare riferimento all’ambiente costiero.

L’impostazione didattica comune a tutti gli insegnamenti prevede che la formazione teorica sia costantemente accompagnata da esempi, applicazioni numeriche e di laboratorio ed è completata dall’assegnazione di episodi progettuali di medio-alta complessità, ma reali e/o realistici che sollecitino la partecipazione attiva, l’attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto.

Maggiori informazioni

Tutte le informazioni sul percorso formativo, dall’accesso alla prova finale, per tutti gli studenti interessati a iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile e per la Tutela dell’Ambiente Costiero.

Requisiti di ammissione

L’accesso alla laurea magistrale è subordinato sia alla verifica del possesso dei requisiti curriculari e sia alla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione dello studente. Il possesso dei requisiti curriculari si ritiene automaticamente verificato con il possesso della laurea di durata triennale nella classe L-7 Ingegneria Civile e Ambientale, ovvero di altro titolo di studio, anche conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dal Consiglio di Corsi di Studio.

Lo studente che non rientra nei requisiti indicati, deve avere acquisito (o nella laurea triennale o attraverso verifiche di profitto di singoli insegnamenti) prima dell’immatricolazione alla laurea magistrale il numero minimo di CFU per i settori-scientifico disciplinari riportati di seguito: almeno 36 CFU nei SSD MAT/02; MAT/03; MAT/05; MAT/06; MAT/07; MAT/08; MAT/09; CHIM/07; ING-INF/05; FIS/01; SECS-S/02; almeno 45 CFU nei SSD ICAR/01; ICAR/02; ICAR/06; ICAR/07; ICAR/08, ICAR/09; ICAR10; ICAR/17.

La valutazione per l’ammissione è affidata ad una commissione composta da 3 afferenti il consiglio di coordinamento didattico, proposta per ogni anno solare dal competente CCdS e nominata dal Consiglio di Dipartimento.

Tirocini e Placement

Il Corso di Studi ha attive specifiche convezioni per lo svolgimento di attività di tirocinio con numerose società ed enti pubblici di cui si riportano le principali: Tecno In spa, Metropolitana di Napoli, ASIA, , ACEN – Associazione Costruttori Edili Napoli, Provveditorato alle opere Pubbliche della Regione Campania, Comune di Bacoli (NA), FIPA scarl, Stress S.c.a.r.l., Progest SpA, Comune di Napoli. Il Corso di Studi ha inoltre attivato una convenzione per attività di tirocinio con l’azienda Kisters AG con sede in Germania, con la Beijing University of Civil Engineering and Architecture (in Cina) e con la University of Rhode Island (Stati Uniti).

Prova Finale

La prova finale consiste nella discussione di fronte a una commissione composta da almeno sette docenti di un elaborato scritto che verte sui contenuti propri di almeno una delle attività formative incluse nell’ordinamento didattico. L’elaborato è predisposto dallo studente sotto la guida di un relatore e può riguardare una o più delle seguenti attività: tesi compilativa: lavoro di rassegna con presentazione critica e bibliografica ragionata; tesi applicativa: lavoro comprensivo di una parte compilativa e della documentazione di un lavoro personale del candidato (teorico, numerico e/o sperimentale), i cui risultati siano confrontati criticamente con la letteratura. Tipicamente, l’assegnazione del relatore viene effettuata su richiesta del laureando, che può indicare la disciplina nella quale intende svolgere la prova finale. I criteri di valutazione della prova finale tengono conto della complessità dell’elaborato, della padronanza mostrata nella disciplina trattata e della capacità di esposizione: tali criteri sono descritti nel regolamento didattico del CdS pubblicato sul sito del Dipartimento di Ingegneria.

Insegnamenti previsti - a.a. 2020/2021

renata della morte

Referenti del corso

COORDINATORE CORSO DI STUDI
Prof. DELLA MORTE Renata
renata.dellamorte@uniparthenope.it

centro direzionale parthenope

Contatti

Servizi di Orientamento e Tutorato

Risorsa 10

Indirizzo

Via Acton, 38 - 80133 Napoli

Risorsa 10

Telefono

081.5475151 - 136 - 248 - 617

Risorsa 10

Mail

orientamento.tutorato@uniparthenope.it

Scuola Interdipartimentale delle Scienze, dell'Ingegneria e della Salute

Risorsa 10

Indirizzo

Centro Direzionale di Napoli, Isola C4 - 80143 Napoli
Via Medina 40 – 80133 Napoli

Risorsa 10

Telefono

081 547 6737 / 6548 / 4199
081 547 4651 / 4684

Risorsa 10

Mail

ScuolaSIS@uniparthenope.it
SegreteriaDidattica.ScuolaSIS@uniparthenope.it

Risorsa 10

Sito internet

sisis.uniparthenope.it
sisis.uniparthenope.it/ufficio-scuola-sis-segreteria-didattica-cds/

Dipartimento di Riferimento

Risorsa 10

Indirizzo

Centro Direzionale di Napoli, Isola C4 - 80143 Napoli

Risorsa 10

Mail

dipartimento.ingegneria@uniparthenope.it

Risorsa 10

Sito internet

www.ingegneria.uniparthenope.it

Sede del corso

Centro Direzionale di Napoli, Isola C4 – 80143 Napoli

Vuoi iscriverti al Corso?

Inserisci i tuoi dati nel form sottostante e ti invieremo una brochure descrittiva con tutte le informazioni utili. Per ulteriori chiarimenti sull’Offerta Didattica o sulle modalità di accesso scrivi un messaggio all’Ufficio dei Servizi di Orientamento e Tutorato compilando il campo “la tua richiesta” e sarai ricontattato al più presto.